The Islander-Nightwish (Lyrics,Testo e Traduzione)


The Islander dei Nightwish è una canzone di quelle che senti alla TV solo una volta e delle quali poi cerchi disperatamente il titolo, ma inutilmente. Infatti mi ricordavo a malapena il motivo di questa canzone, sentita su Rock TV un paio di volte. Poi, qualche giorno fa, c’è stata la riscoperta del brano: girovagando tra i videoclip dei Nightwish su YouTube in vista del loro concerto di Mantova del 30 marzo. Allora ho deciso di condividere con voi la mia passione sconfinata per questo magnifico pezzo dei Nightwish, pubblicando testo e traduzione di “The Islander”.

THE ISLANDER

An old man by a seashore 
At the end of day 
Gazes the horizon 
With seawinds in his face 
Tempest-tossed island 
Seasons all the same 
Anchorage unpainted 
And a ship without a name 

Sea without a shore for the banished one unheard 
He lightens the beacon, light at the end of world 
Showing the way lighting hope in their hearts 
The ones on their travels homeward from afar 

This is for long-forgotten 
Light at the end of the world 
Horizon crying 
The tears he left behind long ago 

The albatross is flying 
Making him daydream 
The time before he became 
One of the world’s unseen 
Princess in the tower 
Children in the fields 
Life gave him it all: 
An island of the universe 

Now his love’s a memory 
A ghost in the fog 
He sets the sails one last time 
Saying farewell to the world 
Anchor to the water 
Seabed far below 
Grass still in his feet 
And a smile beneath his brow 

This is for long-forgotten 
Light at the end of the world 
Horizon crying 
The tears he left behind so long ago

TRADUZIONE: L’ISOLANO

Un vecchio, vicino ad una spiaggia 
Al tramonto, osserva l’orizzonte 
Con i venti che gli passano sul volto 
Isola scossa dalle tempeste 
Tutte le stagioni allo stesso modo 
Ancoraggio non verniciato 
E una nave senza nome 

Mare senza un litorale 
Per il bandito non ascoltato 
Lui accende la lanterna, 
Luce alla fine del mondo 
Mostrando la via 
Accendendo la speranza nei cuori 
Di coloro che sono di ritorno da lontano 

Questa è per i dimenticati a lungo 
Luce alla fine del mondo 
L’orizzonte piange 
Le lacrime che egli ha 
Lasciato indietro tanto tempo fa 

L’albatro sta volando 
Facendolo sognare ad occhi aperti 
Prima che diventasse 
Uno dei dispersi del mondo 
Principessa nella torre 
Bambini nei campi 
La vita gli ha dato tutto 
Un’isola dell’universo. 

Ora il suo amore è un ricordo 
Un fantasma nella nebbia 
Lui sistema le vele un’ultima volta 
Dicendo addio al mondo 
Ancora nell’acqua 
Il fondo marino lontano laggiù 
Erba ancora nei suoi piedi 
E un sorriso sotto la sua fronte 

Questa è per i dimenticati a lungo 
Luce alla fine del mondo 
L’orizzonte piange 
Le lacrime che egli ha 
Lasciato indietro tanto tempo fa

, , ,