…Introduzione alla sezione Blues…


                                                       

“Il blues è l’anima della musica, la fonte alla quale si torna sempre ad abbeverarsi, motore e linfa vitale di ogni ispirazione” (Anonimo)

Che RockBlog sarebbe questo se non ci fosse un’apposita sezione per il Blues?

Molti sono disinformati su questo genere musicale,spero che questa sezione verrà sfruttata per diffondere la cultura della musica Blues tra i lettori; recensire vecchi e nuovi album; scambiarsi idee e comunicare news su concerti,cd ecc…

Prima di cominciare credo sia il caso spendere due parole sul Blues:

Il Blues non ha una precisa data di nascita,quel che è certo è che è stato inventato dagli schiavi neri che lavoravano nei campi di cotone del Sud degli USA.

Nasce come musica cantata,musica piena di sofferenza e tristezza,e proprio questi stati d’animo hanno battezzato il genere con il nome “Blues” (il colore blu viene spesso associato a sofferenza,tristezza e malinconia)..

                                                                          

“La prima volta che ho incontrato il Blues fu quando mi portarono quì su una nave…C’erano uomini su di me, e altri usavano la frusta…Adesso tutti vogliono sapere perchè canto il Blues..”   B.B. King

 

L’espansione del Blues è cominciata in un anno importante: il 1865 (abolizione schiavitù in USA); molti ex schiavi-musicisti cominciarono a portare la loro musica lontano dai campi e nel giro di qualche decina d’anni il Blues divenne uno dei generi più amati e suonati nei locali americani.

Col passare degli anni il genere ha subito molte evoluzioni,per fare un esempio provate ad ascoltare Robert Johnson e poi BB King,c’è una differenza madornale!

Come qualsiasi stile musicale il Blues ha avuto centinaia di artisti che hanno provveduto all’evoluzione del genere..

Si è diramato in vari style (i più conosciuti Delta Blues e Chicago Blues,ma ce ne sono tanti altri…)

Il Blues è il padre di tanti generi,tra i quali il nostro amato Rock ‘n Roll!

Quel che intendo fare con quest’introduzione è avviare un’analisi suddivisa per artisti,dato che questo non è un sito frequentato solo da musicisti si utilizzerà un linguaggio “non musicale” in modo da non rendere la lettura “pallosa” e poco comprensibile a gente che non suona,niente vieta a chitarristi, pianisti ecc.. di scrivere la loro opinione sugli artisti analizzati,anche sotto un punto di vista musicale..

Se cercate informazioni sul Blues sul web troverete paginate e paginate di roba,a partire da wikipedia..

Questa è voluta essere un’introduzione abbastanza scarna,che spero possa suscitare interesse in voi lettori,se volete quindi approfondire vi posto un paio di link:

-Wikipedia:  http://it.wikipedia.org/wiki/Blues

-The Blues:  www.theblues.it

-Blues&Blues:  http://www.bluesandblues.it

Questi sono solo tre,ma basta scrivere “Blues” su Google per trovare centinaia di siti ben fatti..

(Qualche pensiero personale sul Blues: E’ il mio genere preferito,amo la sua semplicità,la sua sincerità e tutte le emozioni che riesce a trasmettermi,all’inizio era difficile digerirlo,ma dopo un po’ diventa come una droga, ci se ne innamora e non se ne può più far a meno! Mi sono avvicinato al Blues grazie al Rock  anni 60-70,più che altro i Doors (Il mio gruppo Rock preferito)..Basta pensare all’ultimo album della band al completo (L.A. Woman) per sentire una forte influenza blues,non che negli altri album mancasse,ma in LA Woman è molto più accentuata..)

Il primo artista che vorrei analizzare è Robert Johnson,considerato uno dei padri del genere,la sua storia è legata ad un’affascinante leggenda..Ha inciso solo 29 tracce,che hanno composto uno dei dischi più importanti della storia…

                               

Alla prossima!

Andrea (Fluido)