E’ Morto Michael Jackson: Il Re del Pop Vittima di un Infarto


michael-jackson-deadE’ Morto Michael Jackson!
Il Re del Pop ci abbandona per entrare a far parte della Leggenda, la sua… quella di un Re dalle scarpette magiche che è cresciuto tra le urla e gli schiaffi del padre, diventato famoso per “dovere”, divenuto leggenda per Obbligo.
Michael se ne è andato, Michael forse sarà già rinato, o forse adesso insegna agli angeli a ballare…
L’unica cosa sicura è la morte di un Mito e la nascita della Leggenda.

Lo Staff di TheRockBlog.net, anche non avendo mai curato il suo genere musicale, non può che inchinarsi davanti al “King of Pop“.
Riporto qui il Tg5 della notte del 26 giugno e il Comunicato Ansa:

WASHINGTON – Michael Jackson, il ragazzo prodigio diventato Re del Pop ma poi coinvolto in umilianti vicende giudiziarie, e’ morto giovedi’ a Los Angeles all’eta’ di 50 anni per arresto cardiaco. La notizia della morte del cantante e’ stata confermata da fonti dell’ospedale di Los Angeles dove era stato portato d’urgenza dopo che dalla sua abitazione era giunta la richiesta di un’ambulanza. Il dramma era cominciato poco dopo mezzogiorno, ora di Los Angeles, con una telefonata dalla villa del cantante, nel quartiere di Holmby Hills, ai servizi di emergenza. Il personale paramedico aveva trovato Jackson in condizioni gravissime. Avevano cercato di rianimarlo durante il tragitto dalla abitazione all’ospedale Ucla di Los Angeles. Le sue condizioni erano apparse disperate. All’ospedale avevano cominciato a giungere i suoi familiari mentre all’esterno si affollavano i media e i fans che avevano cominciato ad apprendere dalle Tv le condizioni disperate di Michael Jackson. Il cantante avrebbe dovuto cominciare dal prossimo mese a Londra un tour mondiale che avrebbe segnato il suo ritorno al mondo dello spettacolo dopo le vicende giudiziarie che lo avevano portato alla ribalta della cronaca per l’accusa di molestie sessuali a minorenni, . Ma il ritorno sul palcoscenico dell’ex Re del Pop appariva una corsa ad ostacoli e alcuni di coloro che l’avevano visto impegnato nelle prove dello spettacolo avevano espresso l’opinione che il cantante non fosse ancora pronto, fisicamente, all’impegnativo compito. Timori che erano stati confermati dalla decisione degli organizzatori di ritardare l’inizio dell’atteso tour mondiale che avrebbe potuto fruttargli oltre 50 milioni di dollari ponendo denaro sul suo conto di cui aveva assoluto bisogno a causa delle spese sfrenate sostenute negli ultimi anni che lo avevano portato ad indebitarsi pesantemente. Nonostante la vendita in tutto il mondo di milioni di copie dei suoi dischi – l’album ‘Thriller’ aveva battuto tutti i primati in materia – il suo stile di vita eccentrico e costoso lo aveva messo in cattive acque finanziarie. Rovinoso per la sua carriera era stato il processo del 2005 in California per rispondere della accusa di molestie sessuali verso un minorenne ospitato nel suo ranch Neverland: il cantante era stato assolto ma la vicenda giudiziaria aveva distrutto per molti anni la sua attivita’ artistica e l’aveva provato anche in modo pesante sul piano fisico riducendolo all’ombra del personaggio pieno di energia e vitalita’ su cui aveva basato la sua carriera.

MICHAEL JACKSON: CORONER, AUTOPSIA ACCERTERA’ CAUSE MORTE
WASHINGTON – Il coroner di Los Angeles ha annunciato una autopsia sara’ effettuata per accertare le cause esatte della morte. Il medico legale Fred Corral ha detto che la morte di Michael Jackson e’ avvenuta alle 14.26 ora locale di Los Angeles.

MICHAEL JACKSON: JOHN LANDIS, UN TALENTO STRAORDINARIO
WASHINGTON, 25 GIU – Il regista John Landis, che ha diretto Michael Jackson nel celebre video ”Thriller”, ha detto che l’artista ”aveva un talento straordinario ed era veramente una grande stella internazionale”. ”Ha avuto una vita difficile e complicata – ha aggiunto il regista – malgrado tutti i suoi grandi talenti la sua resta una figura tragica”.

MICHAEL JACKSON: QUINCY JONES, HO PERDUTO UN FRATELLO
WASHINGTON – ”Sono assolutamente devastato da questa notizia tragica e inaspettata”. Questa la reazione di Quincy Jones, il produttore musicale che aveva lanciato la carriera di Michael Jackson, alla notizia della morte del cantante. ”Michael Jackson aveva tutto: talento, grazia, professionalita’ e dedizione – ha detto Quincy Jones – Ho perso un fratello: una parte della mia anima se n’e’ andata con lui”.

, , , , , , ,