Recensione: The Black Rain – Night Tales


Personalmente mi ritengo abbastanza fortunato: in tutti questi anni che le band ci hanno inviato i loro cd perché li recensissimo abbiamo sempre trovato dei lavori niente male.
La regola si conferma anche con “Night Tales” dei Black Rain, band Bolognese nata nel 2002 ma che solo lo scorso anno ha pubblicato il primo e vero album in studio.
Dediti ad un hard rock molto particolare questi quattro ragazzacci hanno fatto centro con prodotto solido che non annoia mai: dai pezzi easy listening come “Plastic Love” e l’apripista “Lake a Trip” si passa senza timore ai rocciosi riff di “Won’t Let Go”, “Coming Home” e “Hot For a Night”, i quali sanno tirar fuori l’animo rock del disco.
Ma non è di solo sesso, droga e rock n roll che vive l’uomo ed ecco che anche nei pezzi più sentimentali la qualità salta alle nostre orecchie negli assoli di “The Black Rain Motel”, nell’arpeggio di “Sugar in Poison” e nella finale “As I Lie”, bellissima ballad intrisa di emozioni.
Ma a a mio avviso il meglio lo si sente in “Mama Let me Be”, apice di questo “Night Tales” con un testo tanto forte quanto è azzeccato il sound.
A tutto questo ci si aggiunge una produzione ottima (e ci mancherebbe visto che se n’è occupato Luca Bignardi) ed un quartetto in gran spolvero che meglio non poteva iniziare la sua avventura musicale.

Rock on!

, ,