Hammerfall – No Sacrifice, No Victory


hammerfall-no-sacrifice-4251Ed eccoci qui pronti per una nuova recensione. Oggi vi parleremo degli Hammerfall, band heavy metal svedese che si sta ritagliando sempre più spazio tra le grandi. Cosa stiamo aspettando, sotto con la recensione!
Uscito il 20 febbraio 2009 via Nuclear Blast, “No Sacrifice, No Victory” si presenta come il settimo lavoro in studio degli Hammerfall. L’album parte subito alla grande con uno dei brani più belli: “Any Means Necessary”. Qui i bellissimi acuti di Joacim Cans si alternano alla “voce grossa” del coro, creando un effetto musicale davvero melodioso. Sulla falsa riga della prima traccia troviamo poi “Life Is Know”, brano molto allegro che vede ancora il coro da protagonista, con la prima voce sempre “agghiacciante”. L’album non ne vuole sapere di intimidirsi e continuando l’ascolto troviamo numerosi brani accattivanti: “Punish And Enslane”, “Halloween Be My Name”, “Something For The Ages (pezzo strumentale molto bello)”, e “One Of A Kind” invitano non poco all’ascolto. Per non parlare di “Legion”! L’inizio animalesco nel quale sembra parlare un mostro fa da ponte ad una scarica di riff devastanti. Questo tripudio di energia viene interrotto solo dalla malinconica “Beetween Two Worlds”, canzone ritmica con un particolare inizio di organo. Insomma, potrebbe bastare per un buon album, ma gli Hammerfall non si accontentano di certo! Con la bellissima title track “No Sacrifice, No Victory” rendono questo nuovo lavoro imperdibile per i fan del “metallo” per chiudere poi con la cover finale “My Sharona”.

1.Any Means Necessary
2.Life Is Now
3.Punish and Enslane
4.Legion
5.Between Two Worlds
6.Hallowed Be My Name
7.Somethings For the Ages
8.No Sacrifice, No Victory
9.Bring the Hammer Down
10.One of a Kind
11.My Sharona

voto: 8

, ,